Visita altri paesi: Bulgaria | Cambogia | Cina | Colombia | Etiopia | Russia | Ucraina | Vietnam

Documenti richiesti dall’Autorità centrale indiana

 
  • Il dossier per l’adozione in India va preparato seguendo l’ordine previsto nell’elenco riportato qui di seguito. I documenti che devono essere presentati dall’ufficio di collocamento non sono elencati nel presente documento.
  • Tutti i documenti che non sono redatti in inglese vanno tradotti.
  • Tutti i documenti vanno autenticati e l’ufficio di collocamento o l’autorità centrale svizzera deve inoltrarli.

 

Relazione sociale*

Foto attuale dei genitori adottivi e della famiglia adottiva

Estratto dal registro dei matrimoni

Certificati medici attestanti la salute fisica e psichica dei genitori

Documenti attestanti la situazione economica dei genitori

Tre lettere di referenza

Se del caso, ordine di adozione in India di minori già adottati

Rapporto di polizia

Copia dell’atto di nascita / passaporto in quanto prova dell’età

Consenso da parte dell’autorità centrale (rapporto di idoneità)

Documenti relativi alla cittadinanza/nazionalità dei genitori

Impegno da parte dell’Enlisted Foreign Adoption Agenc EFAA ad assistere il cittadino straniero, di modo che il minore venga legalmente adottato dai genitori adottivi stranieri conformemente alle leggi del loro Stato, al più tardi entro due anni dall’arrivo del minore e non appena l’adozione è effettiva; l’agenzia incaricata notificherà copie certificate conformi dell’ordine d’adozione in India a ogni parte interessata.

Impegno da parte dell’EFAA a inviare ogni sei mesi un rapporto concernente i progressi del minore e una sua foto recente, per un periodo di due anni oppure fino al completamento dell’adozione legale o all’acquisizione della cittadinanza dello Stato d’accoglienza.

Procura da parte dei genitori in favore di un ufficio o ufficiale della RIPA in India incaricato di trattare il caso; in base a tale procura il rappresentante dovrebbe essere autorizzato a trattare i casi in nome del cittadino straniero qualora questo non fosse in grado di recarsi in India.

In caso di scioglimento della famiglia, impegno da parte dell’EFAA a prendersi cura del minore e a trovargli un collocamento alternativo adeguato, con il benestare della Central Adoption Resource Authority CARA. Dopo aver richiesto il necessario benestare della CARA, l’EFAA comunicherà il collocamento alternativo al tribunale indiano competente in materia di tutela, con l’aiuto della RIPA interessata; tali informazioni saranno comunicate a tutte le parti interessate secondo il punto 6.7(b).

Impegno da parte dell’EFAA a versare l’emolumento in materia d’adozione in India alla RIPA interessata, secondo il punto 5.17 delle direttive.

Certificato dell’EFAA che sostiene la candidatura del cittadino straniero, attestante che i genitori adottivi possono adottare un minore nel rispetto delle leggi del loro Stato e che il minore riceverà un permesso o un visto d’entrata.